Oppenheimer di Christopher Nolan esce in Giappone dopo le polemiche

Tra malattie come la sindrome di Reye e la varicella per cui sono state trovate cure nel corso degli anni durante l’evoluzione umana, nulla ha sconvolto l’esistenza del 20° secolo come le radiazioni rilasciate dalle scorie nucleari. Ancora più grave se si pensa alle persone rimaste morte durante gli attacchi a Hiroshima e Nagasaki, rimasti come i primi e unici due casi di attacchi nucleari nella storia. Per approfondire l’idea di come l’umanità possa aver reagito al concepimento delle bombe atomiche, il regista Christopher Nolan ha realizzato “Oppenheimer“, film biografico sull’omonimo fisico che ha fatto nascere la più grande arma di distruzione di massa.

Le polemiche riguardo il Giappone in Oppenheimer di Christopher Nolan

“Oppenheimer” non solo è stato acclamato dalla critica, ma è stato anche il terzo più grande successo del 2023, incassando oltre 950 milioni di dollari in tutto il mondo. Tuttavia il film, nonostante sia stato amato per la sua profonda umanità e per le sue critiche politiche all’America, ha causato alcune polemiche proprio per quanto riguarda la questione dell’attacco nucleare al Giappone. Il film infatti non presenta scene sulle vittime uccise durante i due bombardamenti ed il regista ha risposto alla questione:

Il film presenta l’esperienza di Oppenheimer da un punto di vista soggettivo. La mia intenzione è sempre stata quella di attenermi rigidamente a questa prospettiva. Robert venne a conoscenza dell’attentato nello stesso momento in cui lo fece il resto del mondo. Volevo semplicemente mostrare qualcuno che stava iniziando ad avere un quadro più chiaro delle conseguenze indesiderate delle sue azioni. Non si trattava tanto di ciò che viene mostrato, quanto piuttosto di ciò che non viene mostrato.

Inoltre molti giapponesi si sono dichiarati offesi dal fenomeno social del Barbienheimer, il quale ha visto molti meme con la figura di Barbie accanto alla bomba atomica che esplode, prendendo in giro il fatto che il film di Nolan e “Barbie” di Greta Gerwig uscissero contemporaneamente. Nonostante il fenomeno abbia contribuito al successo di entrambi i film, quest’ultimo ha urtato la sensibilità del Giappone.

Oppenheimer di Christopher Nolan esce al cinema in Giappone

A causa del tema molto delicato a cui i giapponesi sono ovviamente legati (tanto che l’acclamato “Godzilla Minus One” è considerato quasi una risposta ad “Oppenheimer”), l’uscita del film in patria è stata affrontata in modo molto attento. Dopo tante analisi, finalmente è stato annunciato che “Oppenheimer” arriverà in Giappone nel 2024, presumibilmente durante il periodo della corsa agli Oscar. Ad annunciare la cosa è stata la compagnia Britters End attraverso un comunicato:

Argomento del film è di grande importanza e ha un significato speciale per i giapponesi, quindi abbiamo deciso di distribuirlo in Giappone dopo varie discussioni e considerazioni.

Con l’uscita in Giappone ed il possibile ritorno di “Oppenheimer” in altri paesi, non è escluso che il film di Christopher Nolan possa sfiorare o addirittura raggiungere il traguardo del miliardo di dollari in tutto il mondo.

Impostazioni privacy