Calabria: i dipendenti di un lido evitano la visita medica

La località balneare di Cirò Marina, la quale si trova nella regione Calabria, negli ultimi giorni si è ritrovata ad essere protagonista di numerose polemiche a causa di un intervento tempestivo delle forze dell’ordine, le quali sono state avvertite di estreme irregolarità compiute proprio da un lido presente nella località.

La denuncia ad un titolare lido di Cirò Marina

I controlli realizzati sia dai carabinieri del Comando Provinciale che dal Gruppo Forestale, fatti dopo numerose segnalazioni da parte dei cittadini, hanno portato alla scoperta di irregolarità molto gravi da parte del lido.

Prima di tutto il lido si è dimostrato essere completamente impraticabile dal punto di vista dell’igiene: in cucina è stata infatti accertata la presenza di numerose formiche (sembrava che ogni rimedio per cacciarle fosse stato completamente inutilizzato), rischiando quindi la contaminazione del cibo.

Tuttavia la contaminazione non si è limitata semplicemente agli animali presenti nel locale: a quanto pare gli interventi hanno permesso di scoprire che nessun dipendente che lavorasse nella struttura era stato sottoposto ad una visita medica, la quale si tratta di un obbligo molto importante in questa attività. Infatti la mancanza della sorveglianza sanitaria delle persone assunte è una violazione molto grave delle previste normative di sicurezza sul lavoro.

Le sanzioni del lido denunciato a Cirò Marina

La completa mancanza di tutela, sia dei dipendenti che dei clienti, da parte del lido di Cirò Marina ha portato le forze dell’ordine a punire severamente gli esercenti del posto, i quali dovranno pagare una multa di 6000 euro. Le autorità locali sperano che questo controllo e queste sanzioni fungano da monito a tutti gli altri gestori della zona balneare, in modo da non evitare più alcuna norma sanitaria. Al momento il locale che è stato colpito non ha riscontrato ulteriori violazioni, ma sono ancora in corso alcuni accertamenti.

 

Impostazioni privacy