Apple Watch: svelata la Corona Digitale 2.0

Gli Apple Watch continuano la loro evoluzione che è molto lodata dal pubblico (si pensi alle comodissime funzioni di ripristino), perché adesso sono state svelate delle caratteristiche riguardanti la Corona Digitale 2.0 che stanno facendo estremamente discutere, ma in senso positivo.

Il controller della Corona Digitale 2.0

Patently Apple ha mostrato nuovi schemi tecnici attraverso un nuovo brevetto (avente il numero 20230162929) ed ha spiegato degli importanti dettagli che riguardano la Corona Digitale 2.0. Già l’anno scorso era stato rivelato l’utilizzo del visore XR, ma adesso le cose cominciano a farsi davvero più succose. Secondo l’azienda la Corona Digitale avrà la stessa comodità di un controller per rendere la propria funzione molto più maneggevole.

La Corona Digitale su altri dispositivi

Questo nuovo sistema è stato definito dalla Apple come un dispositivo input con funzionalità di imput multidirezionali. Questa indicazione vuole dire che il dispositivo avrà delle funzioni diverse a seconda della tipologia di apparecchio Apple su cui è posizionato. Infatti, oltre all’Apple Watch, la Corona Digitale verrà aggiunta anche su altri dispositivi.

Il primo dispositivo rivelato da Apple è l’iPad, ma l’azienda ha menzionato anche dei dispositivi montati in testa: il primo pensiero che viene in mente quando si pensa a questa definizione è per forza un visore VR, che è già stato menzionato. Oltre a ciò, la corona digitale potrebbe essere prevista persino per dispositivi pensati per i gameplay, per i tablet, per gli iPhone ma soprattutto potrebbe essere integrata come dispositivo di un veicolo automobilistico.

Nonostante le meccaniche della Corona Digitale siano state rivelate, la Apple non ha rilasciato dei dettagli sul modo in cui quest’ultima verrà utilizzata nei dispositivi nuovi. Infatti Apple si sta conservando queste preziose informazioni per fare un mega annuncio nei prossimi mesi, in una data che però non è stata ancora rivelata. A questo punto non resta semplicemente che attendere ulteriori comunicazioni ufficiali da parte dell’azienda.

Impostazioni privacy