Solo tre indizi per indovinare questo ‘famosissimo’ film degli anni ’90: ancora oggi è un cult

Se sei un esperto di cinema sicuramente indovinerai questo grande classico. Riesci a decifrare i tre indizi?

Se ami il cinema, sicuramente sarai d’accordo con l’affermazione che il cinema è magia. Parliamo di una magia capace di incantare trasportare gli spettatori e portarli in mondi lontani, molto spesso al di là della realtà quotidiana.

Indovina film
Indovina film degli anni ’90- Giornalesocial.it

Il potere dell’immaginazione è capace, assieme alla creatività dei registi e degli sceneggiatori, di dare vita a opere che resistono al di là del tempo e dello spazio e che diventano veri e propri cult. È questo il caso del film che ti sfidiamo ad indovinare oggi. Si tratta di un film che fa parte del genere gotico, pieno di atmosfere cupe, misteriose e, molto spesso, ispirato agli archetipi della letteratura classica come i romanzi di Edgar Allan Poe e Mary Shelley. Ma riuscirai ad indovinare di che film stiamo parlando?

Un cult immerso tra tenebre e fantasia: una favola gotica

Soffermiamoci subito sui tre indizi che ci aiuteranno a scoprire qual è il film misterioso degli anni 90 che ancora oggi è un cult del cinema contemporaneo. Il primo indizio è presentato dalle mani. Cosa vorranno dire? Le mani possono essere strumenti di creazione ma anche di distruzione, di amore ma anche di odio. Molto spesso, nel cinema vengono utilizzate per trasmettere dei significati profondi. Se parliamo di questo film in particolare, le mani sono proprio al centro della narrazione e della storia in quanto hanno un ruolo fondamentale per lo sviluppo della trama.

Il secondo indizio è la sagoma di un uomo. Sembra essere una figura enigmatica e misteriosa che si aggira nell’oscurità e ci dà quasi un senso di inquietudine e di fascino al tempo stesso. Come le mani, anche l’uomo è un elemento chiave della storia. Il suo passato e le sue motivazioni sono alla base della narrazione e lasciano lo spettatore col fiato sospeso.

Infine, abbiamo l’ultimo indizio: delle forbici. Questo oggetto apparentemente banale, all’interno del film ha un significato molto potente. Anzi, è proprio una delle motivazioni che spinge il protagonista a fare determinate cose e a provare determinate emozioni. Le forbici possono essere strumento di separazione ma anche di connessione, come il film riesce ben a raccontare. Arrivato fino a qui, ti sei fatto un’idea di quale film potrebbe essere?

Una favola gotica
La favola gotica per eccellenza: avevi indovinato? (giornalesocial.it)

Se hai pensato ad “Edward mani di forbici” di Tim Burton del 1990, allora hai indovinato il film. Questo capolavoro del cinema gotico racconta la storia di Edward, un uomo dall’aspetto singolare che al posto delle mani ha un paio di forbici. Infatti, suo “padre”, un eccentrico scienziato che lo aveva assemblato come un moderno Frankenstein, è morto prima di poter completare il suo lavoro.

Edward dovrà affrontare la vita in un paese che non capisce, in una piccola cittadina in cui si troverà molto a disagio. In questa favola gotica moderna, sarà l’amore e l’amicizia a salvare il nostro protagonista. Ancora oggi, con la regia visionaria di Burton e l’interpretazione straordinaria di Johnny Depp, questo film resta un caposaldo del cinema contemporaneo.

Impostazioni privacy