Nubifragio sconvolge Milano e la Lombardia: danni ingenti e un ferito

La giornata del 26 agosto 2023 è stata segnata da un violento nubifragio su Milano e gran parte della Lombardia. Le aree del Bresciano e della Brianza sono state particolarmente colpite, in particolare i territori tra Monza, Seregno e Rho. Il meteo arancione, previsto nei giorni precedenti, ha portato con sé intense precipitazioni, temporali e forti raffiche di vento.

Il maltempo ha portato alla caduta di numerosi alberi in tutta la regione, ha scoperchiato alcuni tetti e bloccato diverse linee ferroviarie per molte ore. Solo a Milano, i vigili del fuoco hanno risposto a oltre 180 chiamate di emergenza.

Un violento acquazzone, accompagnato da vento forte, ha travolto Milano intorno alle 16:00. Ciò ha provocato un vero e proprio esodo da strade e parchi, molti dei quali erano stati riaperti solo di recente. A Milano, un uomo è rimasto ferito dopo essere stato colpito da un pezzo di cornicione o da una tegola caduta da un tetto, e due alberi sono caduti, uno vicino all’asilo di viale Martini, in zona Corvetto, e l’altro sulla tangenziale ovest all’altezza di Assago. Fortunatamente, nessuno dei due alberi ha causato incidenti. I vigili del fuoco sono attualmente al lavoro su un tetto pericolante in via Arsia 7, vicino alla Stazione Centrale.

A Buccinasco, nella zona milanese, i tetti di diversi edifici sono stati scoperchiati, tra cui alcune strutture temporanee installate a seguito dei danni causati dallo scorso nubifragio di fine luglio. I vigili del fuoco sono intervenuti anche a Trezzano e Corsico. A Rho, un grande albero è caduto sulla strada.

A Abbiategrasso, nel Legnanese, vari edifici hanno perso i tetti. Il vento ha portato via le lamiere di un capannone e ha abbattuto diversi cartelloni pubblicitari. Le strade sono state allagate a causa delle intense precipitazioni.

Il rischio di esondazione dei fiumi Seveso e Lambro è fonte di preoccupazione. La Protezione Civile ha attivato misure preventive contro l’esondazione, con pulizie preventiva e ripetute di tutti i sottopassi e il piano Seveso nei quartieri Niguarda e adiacenti al Parco Lambro, chiedendo la massima attenzione.

Il centro operativo comunale della Protezione civile monitorerà i livelli idrometrici dei due fiumi e coordinerà eventuali interventi.

La tempesta ha colpito anche la Brianza. Il forte vento ha spinto l’Amministrazione Comunale di Monza a chiudere il Parco di Monza, i giardini e i cimiteri della città dalle 16:30. Nonostante la violenza della tempesta, fortunatamente non si è registrata grandine e non sembrano esserci stati danni significativi.

Nella zona di Varese, i temporali hanno causato la caduta di diversi alberi e danneggiato tetti e auto. Ulteriori piogge intense sono previste per domenica pomeriggio e nella notte tra domenica e lunedì. Il ciclone che ha colpito la regione ha già provocato gravi danni a Locarno e Losone, nel Canton Ticino.

Impostazioni privacy