Guance rosse senza febbre: da cosa possono dipendere

Le guance rosse consistono in arrossamenti del volto che interessano le guance. L’arrossamento del volto conferisce una colorazione rossastra oppure rosata alla cute, e si verifica come conseguenza della dilatazione locale di capillari sanguigni. Sebbene interessi generalmente le guance, l’arrossamento del volto può interessare anche naso, mento e fronte. Inoltre, esso può essere sia di carattere transitorio che persistente.

Gli arrossamenti del volto sono molto comuni, sia negli adulti che nei bambini, e possono dipendere da numerosi fattori. Andiamo quindi con ordine e vediamo quali potrebbero essere le cause delle guance rosse, dalla manifestazione fisica di forti stati d’animo alle possibili allergie.

Guance rosse: da cosa possono dipendere

Le guance rosse possono interessare sia gli adulti che i bambini, in particolare i neonati. In effetti, è più comune che nei più piccoli si osservi un arrossamento delle gote, poiché sono più sensibili agli sbalzi di temperatura. Di seguito le cause più comuni che determinano guance rosse.

Assicurarsi di non avere la febbre

La prima cosa da fare quando notiamo di avere le guance rosse e calde, a meno che non identifichiamo l’arrossamento con una manifestazione fisica di un’emozione, è verificare che non ci sia associazione con la febbre.

Infatti, quando si ha la febbre e la temperatura corporea aumenta, è molto frequente che il volto tenda ad arrossarsi di conseguenza. Quindi, se si esclude la temperatura corporea elevata come determinante del rossore del volto, vediamo da quali altri fattori possono dipendere le guance rosse e calde senza febbre.

Manifestazione di stati d’animo come rabbia e imbarazzo

Come anticipato, l’arrossamento del volto può essere la semplice manifestazione fisica di uno stato d’animo di forte intensità. Può trattarsi ad esempio di imbarazzo oppure di rabbia. Alcune persone più sensibili agli stimoli emotivi possono manifestare in questo modo le proprie emozioni. Perciò, tale sensibilità può essere una causa delle guance rosse. Tra tutti, i bambini sono soliti provare le emozioni in maniera più intensa, e spesso arrossiscono: questa è una delle principali cause delle guance calde senza febbre. In questo caso l’arrossamento è transitorio.

Sbalzi di temperatura

Se non fosse questo il caso, e si potrebbero quindi escludere sia la febbre che le forti emozioni, un altro fattore che può determinare le guance rosse sono gli sbalzi di temperatura. Non è raro che nelle giornate particolarmente fredde, trascorrere del tempo nelle vicinanze del camino o della stufa può risultare nell’arrossamento del viso. Anche le temperature basse possono determinare degli arrossamenti, si pensi al classico naso arrossato. Inoltre, anche le vampate di calore possono far arrossare le guance.

Reazione a specifici alimenti oppure allergie

Le guance possono diventare rosse anche come conseguenza di cibi e bevande specifici. In particolare, alimenti piccanti, così come le bevande calde e le bevande alcoliche, possono contribuire all’arrossamento del volto.

Nel caso specifico dei neonati, la cute del piccolo può reagire arrossandosi a causa di qualcosa che la mamma ha mangiato poco prima dell’allattamento. Alcuni alimenti da evitare, per valutare se le gote del neonato tornano al colore naturale, sono i frutti di mare, pepe e peperoncino.

Un’altra causa delle guance rosse molto comune può essere una reazione allergica, a cosa lo stabiliranno i dovuti test.

Proseguendo, gli arrossamenti del volto possono essere conseguenza dell’uso di alcuni farmaci. In questo caso è opportuno consultare il proprio medico.

Arrossamento da scottatura e cosmetici

Ancora, le scottature solari non di rado provocano l’arrossamento del volto. A questo proposito è molto importante applicare sempre e correttamente la protezione solare, soprattutto in spiaggia. Il sole può essere dannoso per la nostra pelle, che va protetta adeguatamente.

Restando in tema creme e cosmetici, le guance rosse possono essere una reazione a prodotti che abbiamo applicato sul viso e che potrebbero averne causato l’arrossamento.

In ogni caso, quale che sia la causa che si pensa di aver individuato del rossore al volto, nel caso di arrossamento persistente è il caso di rivolgersi ad un medico specialista, ad esempio si potrebbe consultare un dermatologo.

Impostazioni privacy