Colon irritabile: rimedi della nonna

Il colon irritabile è una fastidiosa patologia che colpisce circa un italiano su dieci, trattasi perciò di un disturbo comune che viene indicato con svariati appellativi: colite, nevrosi intestinale e indigestione nervosa, per citarne alcuni. Il termine medico, e pertanto il più corretto, è sindrome dell’intestino irritabile (o IBS). Questa sindrome si manifesta soprattutto con dolori al basso ventre e alterazioni delle feci.

Prima di passare ai rimedi della nonna per l’infiammazione intestinale, vediamone possibili cause e sintomi più comuni.

Cause e sintomi del colon irritabile

La sindrome dell’intestino irritabile (o IBS) è una patologia che riguarda in media un italiano su dieci.

L’infiammazione intestinale ha come caratteristica il malfunzionamento dell’apparato digerente. Quando il funzionamento fisiologico dell’organismo è regolare, gli scarti dell’alimentazione vengono spinti al retto attraverso contrazioni ritmiche della peristalsi. Nel caso di malfunzionamento, invece, la peristalsi presenta irregolarità nelle contrazioni sia per movimento che per frequenza.

In caso di sintomi che suggeriscono un’infiammazione intestinale, è bene rivolgersi al medico per accertarne la natura, le possibili cause e i rimedi. Il consulto con uno specialista è fondamentale, poiché questa sindrome può davvero compromettere la qualità della vita di chi ne soffre e non va trascurata.

Cause

Tra i fattori che si ritiene possano essere legati all’insorgere di questa condizione sono diversi.

Innanzitutto, il tipo di alimentazione: una dieta poco sana e per nulla equilibrata, che include molto fast food e alimenti altamente processati, non è certo una valida alleata per il nostro apparato digerente. Restando sull’alimentazione, l’infiammazione del colon può derivare anche da un’intolleranza o da un’allergia. È dunque il caso di rivolgersi ad un esperto per individuare l’alimento a cui potremmo essere intolleranti o allergici.

Il colon irritabile può anche essere una conseguenza dello scarso funzionamento dell’apparato digerente. In questo caso la causa dell’infiammazione è legata alla scarsa quantità e/o qualità dei batteri buoni della nostra flora batterica intestinale.

Problemi intestinali di questo tipo possono anche essere legati alla cattiva gestione dello stress e dei traumi emotivi. Per questo nei periodi di maggiore stress l’infiammazione del colon può intensificarsi.

Ancora possiamo annoverare tra le possibili cause le infezioni croniche del tratto digerente e le anomalie nella struttura dell’organismo.

In ogni caso, sarà un medico ad accertare la causa del disturbo e a proporre la terapia più adeguata.

Sintomi

Tra i sintomi più frequenti del colon irritabile troviamo: stipsi, diarrea, alternanza tra stipsi e diarrea, dolori e crampi addominali, flatulenza, ma anche cefalea, nausea, eruttazione, affaticamento, ansia e insonnia. Non è raro avere un cattivo sapore in bocca così come la sensazione di sazietà.

Colon irritato: rimedi naturali

Stabilita la necessità di rivolgersi ad un medico per il trattamento del colon irritabile, trattandosi di una patologia molto fastidiosa che può inficiare negativamente sulla qualità della vita, vediamo quali possono essere alcuni rimedi naturali per alleviare i sintomi, anche detti rimedi della nonna.

Tra i rimedi della nonna per l’infiammazione intestinale troviamo innanzitutto la camomilla e la melissa, grazie alle loro proprietà antispasmodiche che possono aiutare a ridurre le tensioni muscolari a livello addominale.

Per contrastare la formazione di gas, sono invece consigliati la malva, il finocchio e la menta, così come ancora una volta la camomilla.

La spezia più indicata come rimedio della nonna per il colon irritato è la curcuma, che grazie alle sue proprietà antinfiammatorie può essere una valida alleata per rilassare la muscolatura. Non va trascurato lo zenzero per migliorare la funzionalità gastrica e anche per calmare la diarrea.

Infine, tra i rimedi della nonna per la colite, abbiamo ovviamente il consiglio di evitare determinati alimenti che possono accentuare la fastidiosa infiammazione. Come esempi citiamo i dolcificanti, il caffè, le bevande gassate, il cibo in scatola e la carne conservata.

Per una dieta equilibrata che aiuti ad alleviare i sintomi del colon irritabile, è bene rivolgersi ad uno specialista della nutrizione. Per individuare le cause del disturbo e le eventuali terapie da seguire, è invece bene consultare il proprio medico.

Impostazioni privacy