Se cerchi un’alternativa alle solite vacanze al mare, oggi ti proponiamo alcune mete nel Ponente ligure, ad un passo da stupende spiagge per il tuo relax e il divertimento ma vedendo anche tracce di antiche presenze, storia, arte, tutto semplice, non cose eclatanti ma che testimoniano un passato ed un presente assolutamente godibile.

Dove andare in Liguria?

Ti portiamo nell’estremo Ponente ligure, a pochi chilometri dalla frontiera con la Francia, per vedere dei posti che sono al di fuori del grande flusso turistico dei vacanzieri e forse proprio per questo ancora più apprezzabili.

Siamo in Provincia di Imperia, ricca di luoghi poco conosciuti eppure degni di essere visitati per le loro particolarità, si tratta di paesi nascosti, in un certo senso, che non in molti visitano, a torto. Partiamo in questa ideale visita dalle colline alle spalle del capoluogo, Imperia, per vedere cosa offrono Cipressa e Lingueglietta.

Questi due paesi, in realtà, sono da poco un unico comune, entrambi immersi nel verde delle colline da cui, comunque si vede il mare ma andiamo per ordine.

Cipressa

Cipressa è un piccolo paese appoggiato sulle verdi colline ricche di olivi che in questa parte di Liguria crescono rigogliosi, dando un impulso all’economia della zona con un’importante e rinomata produzione olearia. Passeggiare per i vicoli di Cipressa è piacevole, anche per via dell’originale aspetto dei tombini che, come anche avviene in altre località d’Italia, sono dipinti ad opera di artisti locali che hanno voluto in questo modo abbellire il loro paese.

Molte case di Cipressa avrebbero, a dire il vero, bisogno di un certo restauro ma i murales che si vedono su molte pareti consentono di apprezzare comunque l’architettura di questo paese. Passeggiando si possono apprezzare alcune architravi antiche mentre una chiesetta è celata apparendo come una comune casetta.

La facciata dipinta di fresco, con appena una finestrella a forma di rosone e, a guardare bene, un piccolo campanile a vela sovrastante sono le uniche caratteristiche che rivelano la reale presenza di una piccola chiesa, senza alcuna scritta che identifichi il nome, la storia, la reale funzione attuale.

Anche questo testimonia il carattere di questa gente, semplice, per nulla dedita all’apparenza e alla vanità, gente che lavora, coltiva e prega, un notevole senso religioso li pervade ma allo “straniero” che arriva qui, ogni benvenuto.

Lingueglietta

Anche Lingueglietta si appoggia alla collina, ricca di olivi e fiori ma Cipressa e Lingueglietta, pur costituendo un unico Comune, non si vedono una con l’altra ma entrambe godono di una stupenda veduta sul mare sottostante, un eccezionale contrasto tra l’azzurro del mare e il verde e i vari colori dei fiori delle colline verdi che circondano il paese. Nelle giornate di aria limpida da queste colline si vede distintamente il profilo settentrionale della Corsica.

Tetti di pietra grigia e di tegole rosse, Lingueglietta è un piccolo paese con una lunga storia più che millenaria con passaggi da mano a mano nel corso dei secoli, da feudo dei Clavesana alla Repubblica di Genova fino alla conquista da parte dei francesi alla fine del 1700.

rimangono evidenti segni del suo passato feudale come il Castello Comitale che si trova, nei suoi resti, almeno, su un’altura in coma al paese. Colori e arte popolano Lingueglietta più dei suoi abitanti, oggi ridotti a circa duecento.

Le spiagge

Pochissimi chilometri e ti trovi sulle meravigliose spiagge di Arma di Taggia, porta della Valle argentina e patria dell’oliva taggiasca, conosciuta ed apprezzata anche dai più famosi Chef internazionali, da cui si ricava un olio eccezionale.

Le spiagge di Arma sono in sabbia fine, ampie e ben attrezzate, anche quelle libere che sono sotto la gestione del Comune. Arma di Taggia vale un soggiorno, qui puoi fare base per partire per le valli interne, la Valle Argentina alla cui sommità trovi Triora, il paese delle streghe con l’originale Museo della stregoneria e in cui viene prodotto un pane dalle eccezionali qualità anche organolettiche, conosciuto in tutta la Liguria e anche oltre.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here