Zuckerberg contro Trump: “Mette a rischio il futuro dei nostri figli”

205
Mark Zuckerberg
Mark Zuckerberg

Anche Mark Zuckerberg, il creatore di Facebook, ha criticato duramente la scelta del presidente degli Stati Uniti d’America, Donald Trump, di uscire dall’accordo di Parigi sul cambiamento climatico.

Il ritiro è un male per l’ambiente, un danno per l’economia, e mette a rischio il futuro dei nostri figli“, ha scritto Zuckerberg giovedì scorso sul social media.

Il CEO di Facebook si è, quindi, accodato ai tanti che hanno attaccato Trump per la sua decisione, tra cui si annoverano anche il fondatore di Tesla, Elon Musk e il CEO di Google, Sundar Pichai.

Arrestare il cambiamento climatico – ha scritto Zuckerberg – è qualcosa che possiamo fare solo da comunità globale e dobbiamo agire insieme prima che sia troppo tardi“, ricordando che Facebook costruirà un nuovo centro dati che sarà alimentato da energia rinnovabile al 100%.

Si tratta di un nuovo intervento di stampo ‘politico’ di Zuckerberg a tal punti che alcuni sostengono che possa proporsi alle presidenziali del 2020.

A livello internazionale si sono scagliati contro l’inquilino della Casa Bianca anche l’Unione Europea, l’ONU e Città del Vaticano.

La Santa Sede, per bocca del monsignor Sanchez Sorondo, cancelliere della Pontificia Accademia delle scienze, ha affermato che si tratta di “un disastro per l’umanità e per il pianeta“.

Cosa ne pensi? Lascia un commento