Migranti, trilaterale Italia – Francia – Germania. Gentiloni perplesso

A Trieste si è svolto ieri un trilaterale con il Presidente del Consiglio dei Ministri Paolo Gentiloni, la cancelliera tedesca Angela Merkel e il presidente francese Emmanuel Macron.

243

A Trieste si è svolto ieri un trilaterale con il Presidente del Consiglio dei Ministri Paolo Gentiloni, la cancelliera tedesca Angela Merkel e il presidente francese Emmanuel Macron.

Al termine dell’incontro Gentiloni ha detto: “Abbiamo confermato la necessità di avere una Unione Europea più coesa e più forte. Sulla politica migratoria sono stati fatti dei progressi ma non sono ancora sufficienti“.

L’Italia – ha aggiunto il Premier italiano – ha fatto e continuerà a fare la sua parte sul tema del soccorso e dell’accoglienza ma contemporaneamente si batte perché la politica migratoria non sia affidata soltanto ad alcuni Paesi ma sia condivisa da tutta l’Unione Europea“.

A proposito, poi, della distinzione tra rifugiati e migranti economici, su cui insiste Macron, Gentiloni ha detto: “È legittima. È la legge, sono le regole. Però, non si possono ignorare le realtà delle grandi migrazioni“, provocate non solo dalle guerre.

Ecco, invece, le parole della Merkel: “L’Italia ha fatto un grande lavoro sui migranti, siamo solidali con l’Italia. Vogliamo essere solidali con l’Italia nella politica delle migrazioni. L’Italia ha fatto grandi cose, ad esempio nella registrazione e nell’accoglienza dei profughi. Tutti e tre dobbiamo affrontare la lotta contro la migrazione illegale, attraverso la cooperazione con l’Africa, particolarmente importante per zone come il Niger e la Libia“.

Infine, Macron, parlando ai giornalisti, ha detto: “La Francia non sempre ha fatto la sua parte. Noi la faremo ma non possiamo accogliere uomini e donne che per motivi economici arrivano nei nostri Paesi“. Questi e quelli che chiedono asilo sono “due realtà diverse e non cederò allo spirito di confusione imperante“.

Cosa ne pensi? Lascia un commento