La Dolce Vita sbarca a Roma sull’isola tiberina

Sul bordo del Tevere, l'Isola del Gusto diventa la Via Veneto dei nostri giorni, tra cinema e degustazioni. In programma anche una mostra fotografica in bianco e nero con immagini di una Roma Eterna che ormai legano nella memoria collettiva Roma al cinema mondiale. Ma questa volta anche il pubblico è protagonista di queste calde notti d'Estate.

258

La “Dolce Vita” sbarca sull’Isola Tiberina di Roma. Fino al 3 settembre, le “vetrine” dell’Isola del Gusto di Roma saranno davvero uno spettacolo. Grazie ai ristoranti che hanno deciso di reinterpretare il mood ed il glamour del cinema Anni Sessanta, trasformando l’Isola del Cinema di Roma nell’Isola del Gusto.

Come in un vero e proprio film, da un ristorante all’altro, sera dopo sera, sarà possibile essere protagonisti dei close-up dell’evento clou di questa stagione. Tanto che l’ouverture si è meritata un tappeto rosso ad alta concentrazione di star e di vip.

Luci ovunque in occasione dell’Isola del Cinema di Roma ad illuminare l’Isola del Gusto.

Cinematografica anche la location con il cielo come tetto, trasformato in un cinema senza muri e confini dove è il gusto a fare da padrone.

Sul bordo del Tevere, l’Isola del Gusto diventa la Via Veneto dei nostri giorni, tra cinema e degustazioni. In programma anche una mostra fotografica in bianco e nero che ha per tema il Cinema ed il Gusto, ripercorrendo con scatti di repertorio e con una composizione video il legame tra l’arte della buona cucina ed i grandi volti del cinema Italiano ed Internazionale: immagini di una Roma Eterna che ormai legano nella memoria collettiva Roma al cinema mondiale.

Ma questa volta protagonista insieme agli attori ed ai registi anche il pubblico che in queste calde notti d’Estate anima i numerosi locali dell’Isola del Gusto, ciascuno con un proprio menù e ciascuno con una propria precisa atmosfera.

Tra questi anche l’«Osteria L’Altro Ballerino» con le proposte enogastronomiche dello chef romano Andrea Fusco, in una cornice d’eccezione dove gli eroi dei fumetti sono il tratto distintivo di un ambiente carico di suggestioni e di arredi raffinati davanti al Ponte Rotto, con gustosi piatti che vanno dalle polpette ai fritti, dai crudi di pesce e carne allo street food della cucina romana, alla scoperta dei mille modi per cucinare le lasagne: un viaggio in ogni film e in ogni piatto, con serate di jazz e musica dal vivo.

Oppure l’«Orient Express Sushi Lounge Bar» che propone uno dei cibi più glamour del momento con materie prime di altissima qualità ed altri piatti orientali rivisitati secondo le nuove tendenze ed influenze, come ad esempio l’Hawaian Poke.

E poi ancora vi è poi lo spazio spagnolo «Vamos a Comer» firmato «El Duende», con paella e sangria al ritmo del flamenco. Dopo una ventennale esperienza di cucina spagnola, i titolari offrono ai clienti 4 differenti menù degustazione attraverso i quali assaporare la più buona paella di Roma, oltre alle succulente tapas delle varie Regioni spagnole, accompagnate dalla tipica sangria, per un viaggio enogastronomico nella patria del flamenco, ma sulle rive del nostro Tevere in una filmesca Isola Tiberina.

E che dire dell’«Antica Pizzeria da Michele», un marchio ormai internazionale per l’arte della pizza, oppure degli spazi pub e lounge del «Molo Ichnusa» che festeggia il cinquantesimo anniversario del birrificio di Assemini, il più antico della Sardegna?

O anche della «Premiata Salumeria Fiorucci» con i migliori prodotti tipici locali e regionali e, novità assoluta, lo spazio dedicato al gelato industriale di qualità di Häagen-Dazs.

Senza parlare poi del famoso «Café Renault» che sul’Isola del Gusto con il suo french style propone happy hour in una delle più suggestive terrazze di Roma, dove si possono assaporare deliziosi cocktail ascoltando musica dal vivo.

«Certo spostare la “Dolce Vita” su un’isola non è un’impresa facile, perché a Roma è difficile far cambiare le abitudini. Ma quanto è stato realizzato qui sul Tevere, in un’atmosfera pressoché unica, è qualcosa che ogni romano deve assolutamente provare almeno una volta. L’offerta è variegata ed il divertimento garantito» assicura Giacomo Padellaro, fondatore ed amministratore unico di WhyNot Communication, che si occupa della Comunicazione dell’Isola del Gusto.

«L’Isola Tiberina oggi non è più solamente un luogo di grande storia e cultura, troppe volte ignorato dalla stessa Città che vive e pulsa al di sopra, ma è divenuta il centro dell’offerta per il divertimento, l’intrattenimento ed il relax più esclusivo di tutta la Capitale. Siamo quindi ben lieti di essere stati chiamati a far arrivare ai romani tutti la possibilità di scoprire l’Isola più antica di Roma anche per la sua offerta di ristoranti di primissimo livello, lounge bar alla moda, eventi e musica» aggiunge il responsabile marketing Giorgio Mottironi.

Cosa ne pensi? Lascia un commento